Selvagga Lucarelli si scrive da sola le auto biografie false, anche su Wikipedia

Foto: Selvaggia Lucarelli va a baciare in bocca Fabrizio Corona.

Una vecchia tattica di Selvaggia Lucarelli consiste nel diffondere su Internet una raffica di biografie false scritte da lei stessa. A questo scopo, cerca di coltivarsi delle temporanee amicizie con alcuni gestori di siti web, in modo che questi ultimi possano farle il favore di inserire la biografia nei propri siti senza dire che l'autore è proprio Selvaggia Lucarelli.

La falsa auto biografia di Selvaggia Lucarelli

Nel migliore dei casi, si ottiene una banale biografia promozionale e autocelebrativa; nel peggiore dei casi, invece, si ottiene un concentrato di strafalcioni che insultano l'intelligenza umana. Si veda l'esempio emblematico di biografieonline.it: accanto alle biografie suggerite in homepage, riguardanti personaggi come Carlo Magno, Leonardo da Vinci, Marlon Brando, Giovanni Paolo II, Giuseppe Verdi ecc. spunta… Selvaggia Lucarelli. Vabbè, passi, in fin dei conti il sito vuole raccattare qualche click in più, e Selvaggia Lucarelli fa numero — anche se, francamente, accostare la Lucarelli a Carlo Magno è un po' come aggiungere la maionese alla marmellata, o, come direbbero altri, confondere la cioccolata con la 💩, ma sorvoliamo.

Il vero problema, però, è quello che c'è scritto dentro. La biografia di Selvaggia Lucarelli, infatti, esordisce dicendo che "si è laureata in giornalismo", il che è falso per due motivi:

  1. in Italia, la laurea in giornalismo non esiste neppure, come verificabile nell'elenco delle classi di laurea del Ministero dell'università (ex MIUR);

  2. Selvaggia Lucarelli non è proprio laureata. Ha il diploma, non la laurea.

Non a caso, la biografia non riporta né l'anno di laurea né l'università che avrebbe rilasciato questa fantomatica laurea in giornalismo a Selvaggia Lucarelli. La stessa "notizia" era stata divulgata anche sul sito di pettegolezzi e articoli clickbait solodonna.it (successivamente cancellata), altro contenitore telematico di fake news celebrative della Lucarelli, spesso inserite da una sconosciuta Arianna Preciballe che non è nemmeno giornalista e dice di essere una "esperta di gossip laureata in Fashion".

Qualcuno potrebbe osservare che un sito trash di biografie non sta troppo a sottilizzare: deve solo riempire un po' di pagine web per raccattare click. Anzi, la Lucarelli è storicamente attirata da tutto ciò che è trash — di cui lei stessa è un rappresentante italiano — quindi in fin dei conti ci sta anche bene. Il fatto che la biografia spari un mucchio di balle diventa secondario.

La falsa biografia di Selvaggia Lucarelli su Wikipedia

D'altro canto, esiste un noto sito che sostiene di essere un'enciclopedia vera e propria: parliamo, ovviamente, di Wikipedia — nella fattispecie quella in italiano, perché all'estero, per fortuna, ignorano completamente la Lucarelli (non sono mica idioti). Considerando l'elevata, e talvolta ingiustificata, visibilità che Google dà a Wikipedia — che compare perfino quando i termini cercati non sono neppure presenti nella pagina di Wikipedia — Selvaggia Lucarelli ci si è buttata a capofitto, ufficialmente con il nome utente "Selvaggia-Luca". Lei però non è per niente interessata all'asserito progetto enciclopedico nel suo complesso — quando mai la Lucarelli sarebbe interessata a un'enciclopedia, forse non ne ha mai aperta una in vita sua… — quindi interviene per modificare una sola pagina: la sua. Al massimo si sposta sulla voce di Ballando con le stelle, per farsi pubblicità anche lì. Siamo alle solite: pure su Wikipedia, mantiene il vizietto di scriversi la biografia da sola. Gli utenti che non sono d'accordo con quello che lei inserisce nella voce sono molti, sia registrati che non, e, secondo le regole di autogoverno di Wikipedia, bisognerebbe tenerli in considerazione perché in teoria una voce dovrebbe essere frutto di un lavoro comunitario e non di un'operazione pilotata da un paio di persone, tra l'altro in conflitto d'interessi, ma nella pratica la Lucarelli si tutela in due modi:

  1. facendosi virtualmente amico un amministratore;

  2. facendo intervenire a sostegno della sua utenza monoscopo anche altri account, per esempio il fazioso "Emanuele676" ovvero un "meatpuppet POV" come si direbbe nell'ostico gergo di Wikipedia, ma non è chiaro se questa utenza sia in realtà manovrata pure da lei stessa.

Pertanto, nella sua pagina, il risultato è che qualsiasi modifica costruttiva non gradita alla Lucarelli viene annullata — o da lei, o dall'amministratore suo amico, o dall'account meatpuppet di sostegno. Ne consegue un'autocelebrazione di proporzioni macroscopiche, in cui Selvaggia Lucarelli si presenta subito, tra le altre cose, come attrice e commediografa di teatro. Peccato solo che nessuno sia mai stato a conoscenza di questa pietra miliare del teatro italiano che è Selvaggia Lucarelli, nemmeno fosse Vittorio Gassman o Giorgio Strehler. Con ciò non intendiamo dire che qualunque vandalo di Wikipedia vada tollerato: intendiamo invece dire che, per esempio, non è corretto annullare gli interventi di chi chiede legittimamente di eliminare da una biografia delle gravi affermazioni false e/o senza fonte.

Alla faccia della presunta "libertà di Wikipedia" — vi ricordate lo storico slogan "L'enciclopedia libera"? — Selvaggia Lucarelli ha anche cancellato completamente dalla sua voce la parola pubblicista (che è la sua vera professione… altro che quelle professioni inventate nella prima riga della voce di Wikipedia): evidentemente riteneva che la facesse sfigurare e la mettesse su un piano inferiore rispetto a chi è davvero giornalista professionista. In altre parole, non sopporta la realtà dei fatti, e quindi la fa censurare. Addirittura, quando si prova a correggere la professione della Lucarelli per esempio correggendo giornalista (professionista) in pubblicista — che è la definizione corretta, contrariamente a quanto viene millantato nella voce, perché è opportuno ribadire che Selvaggia Lucarelli non è una giornalista professionista — si viene immediatamente bannati in automatico dal sito di Wikipedia con la motivazione "revisionismo estemporaneo". In pratica, quello che risulta ufficialmente all'Ordine dei giornalisti sarebbe "revisionismo", mentre le sparate senza fonte della Lucarelli sarebbero la Verità del Vangelo secondo San Matteo. Pazzesco.

Un'altra operazione condotta sistematicamente da Selvaggia Lucarelli nella sua biografia di Wikipedia, intervenendo sia direttamente sia tramite il suo meatpuppet wikipediano, è la censura della parola gossip e la ripetuta sostituzione con la parola costume. Questi termini non sono due sinonimi: per comprenderne il significato corretto (non quello inventato dalla Lucarelli) è sufficiente consultare un qualsiasi dizionario autorevole della lingua italiana, per esempio Zingarelli, Treccani o De Mauro. La Lucarelli si occupa da più di vent'anni di pseudo gossip — peraltro sparando fake news diffamatorie tramite i suoi account social, per le quali è stata anche condannata in sede penale — ma ora inizia a rendersi conto che il suo stesso comportamento potrebbe metterla in cattiva luce, e quindi ha iniziato a raccontare che lei "non fa gossip, ma costume". Peccato solo che non sia vero: secondo il suo contorto ragionamento, trasmissioni trash come Celebrity now (dove baciava in bocca Fabrizio Corona) non avrebbero mai trattato di gossip, bensì di costume… ma per favore! Va detto che occuparsi di gossip non è affatto una colpa; anzi, affermati giornalisti professionisti hanno costruito una dignitosa e stimata carriera proprio sul gossip, per esempio Roberto Alessi o Umberto Brindani… ma siamo a livelli di professionalità infinitamente lontani dalle fake news usa e getta della non professionista Lucarelli. Selvaggia Lucarelli non ha ancora capito che il problema non è la parola "gossip", ma quello che combina lei, specialmente quando è illegale e viene condannato con sentenza passata in giudicato. D'altra parte, non si può pretendere che certi banali concetti vengano afferrati da una che, nella biografia, si spaccia per grande "commediografa di teatro", e probabilmente è pure convinta di esserlo!

Inoltre, una biografia seria sulla Lucarelli dovrebbe soffermarsi su un aspetto cardine della sua vita, vale a dire le innumerevoli controversie giudiziarie in cui si trova costantemente coinvolta — quasi sempre nel penale. Sono decine, forse centinaia e non le ha contate neppure lei. Ovviamente Selvaggia Lucarelli fa tutto il possibile per nasconderle o comunque per raccontare solo la sua versione senza contraddittorio e/o inserimento di fonti che non le piacciono, ma a questo argomento è già dedicato un altro articolo. Inutile aggiungere che le biografie promozionali con affermazioni senza fonte non sarebbero ammesse per nessun motivo su Wikipedia — l'uso di affermazioni dubbie e senza fonte nelle biografie è esplicitamente vietato dalle linee guida di "Wikipedia:Uso delle fonti" — ma per la Lucarelli è stata fatta la consueta "eccezione".

Selvaggia Lucarelli indossa a Ballando con le stelle una maglietta nera con scritto Comunque con me gli sponsor restano

Non lo dico che mi scrivo le biografie da sola anche su Wikipedia, tanto, come è scritto pure sulla maglietta, con me gli sponsor restano sicuramente.